11 gennaio 2018 - La notte delle Fanove nella notte dei tempi: i falò di Castellana Grotte illuminano il cielo di Puglia da 327 anni.

L'11 gennaio 2018 si  compirà ancora una volta un rito di straordinaria bellezza che ha avuto inizio 327 anni orsono: il 23 dicembre del 1690 la popolazione della cittadina medievale venne colpita da un evento epidemico terribile. La peste.

La diffusione del morbo venne scongiurata e contrastata anche attraverso il fuoco, bruciando ogni cosa potesse essere entrata in contatto con il batterio. E anche, secondo la tradizione, grazie all'apporto miracoloso della della Madonna della Vetrana, attraverso l'olio di una lampada che ne illuminava l'immagine ritratta. Nella notte dell'11 gennaio 1691 il temibile contagio cessò di mietere vittime.

Da allora, ogni anno, si celebra l'evento della liberazione e del miracolo, attraverso un fitto programma dedicato alla fede che si dipana per alcuni giorni tra il 10 e il 17 gennaio. Il culmine di questa settimana prende vita con l'accensione di circa cento vastissime cataste di legna in tutto il centro storico e nell'agro della città, a partire dalla sera dell'11 gennaio e fino all'alba del giorno dopo, che illuminano e riscaldano la notte e tutti coloro che si recano ad assistere a questo suggestivo, affascinante ed irripetibile scenario della tradizione di Puglia, spostandosi negli antichi vicoli da una Fanova all'altra. Una giuria assegnerà dei riconoscimenti ai falò che si distingueranno.


Il giorno 11, dopo l'esposizione degli Ex Voto al Santuario Madonna della Vetrana che ha inizio alle 17, si tiene la Santa Messa, cui fa seguito l'accensione e benedizione della fiaccola.

A seguire, intorno alle 19, viene accesa la Fanova posta in largo San Francesco, dalla quale muove una fiaccolata che via via accenderà tutte le Fanove allestite nel centro storico e nelle altre vie e piazze della città, in un susseguirsi di eventi a testimonianza della devozione alla Madonna della Vetrana, ed esecuzione di musica da parte della Banda cittadina "Castellana Grotte", canti sacri, musica popolare, gastronomia. 

Un evento unico, per vivere la Puglia a partire dal suo cuore

 

 Foto: Domenico Laera 2011

Foto di Giandomenico Laera, 2011. (Copia).jpg

  Foto: Valeria Marzano 2017Foto di Valeria Marzano, 2017. (Copia).jpg

 Foto: Valeria Marzano 2017

Foto di Valeria Marzano, 2017 (Copia).jpg

Foto: Domenico Laera 2011

Foto di Giandomenico Laera, 2011 (Copia).jpg


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.


MARINA CASTELLANA - Apulia Living - b&b - Via Battisti 121 - Castellana Grotte